Ciao, mi chiamo Roberto Bragantini: scrivo, viaggio e ogni tanto faccio anche interviste

“Chi sei?”. Una domanda tanto difficile a cui rispondere.
Il sistema in cui viviamo è rapido e frenetico, e non ci lascia il tempo di riflettere con calma e dare una risposta ponderata o di ricercare la natura essenziale delle cose.

Ci siamo costruiti un sistema che omologa le persone: siamo matricole, numeri, codici fiscali, carte di identità. Solo a volte ci ricordiamo che siamo anche esseri umani.

E quindi, chi siamo? Come possiamo definirci e in base a cosa?

Viaggiando e uscendo dalla gabbia in cui vivevo ho trovato una risposta: la realizzazione dei nostri sogni è ciò che ci definisce.

Ecco perché alla domanda “Chi sono?” rispondo raccontando delle mie passioni e dei miei sogni. E’ questo che mi rende libero e felice.

Amo viaggiare, muovermi, non riesco proprio a stare fermo, adoro andare in mountain bike e fare escursioni, esplorare luoghi mai visti prima e conoscere i popoli del mondo e le loro culture. E poi, da buon italiano, mi piace ovviamente magiare e assaporare piatti nuovi e mai gustati prima.
La mia dimora è tra le colline soleggiate, tra le catene montuose innevate, sulle spiagge tranquille dei nostri bei mari azzurri.
E il mio cuore è ovunque ci sia un sorriso e una persona gentile che ne aiuta un’altra bisognosa.

Sto dalla parte di chi viaggia, di chi ama, di chi cerca la sua libertà, di chi sogna e di chi combatte per essi.
Aborro chi agita un bastoncino spacciandola per bacchetta magica, chi illude promettendo facili e rapide soluzioni farlocche, chi si approfitta della bontà o ingenuità del prossimo. A questi dico: c’è speranza anche per voi, in fondo.

Un giorno di tanti anni fa ho scoperto che la vita andava oltre le mura di Verona, ammettendo a me stesso che la vita non poteva essere “tutta qui”.

Guardando al percorso tradizionale, normale e sicuro che stavo facendo, mi sono adoperato  con tutto me stesso per costruirmi una via alternativa.

Alla fine, invece di continuare a sperare, le alternative me le sono andate a cercare. E quando non le ho trovate, me le sono inventate da solo.

Ad una vita sedentaria ho preferito il brivido dell’avventura.
Alla frenesia moderna ho preferito la serenità interiore.
Alle apparenze ho preferito la sostanza.
Alla normalità ho preferito la follia.
E alla morte ho preferito la vita.

Dal 2013 sono un viaggiatore, ovvero una persona che viaggia con pochi soldi alla ricerca del mio scopo nella vita.
Ho girato l’Europa in autostop, ho vissuto in Australia, Nuova Zelanda, in Asia ed in Spagna .
Ho creato un progetto di “valorizzazione della cultura italiana”, dove raccolgo le storie di imprenditori di successo e artisti di fama nazionale ed internazionale.
Oggi intervisto e pubblico libri.

Nel frattempo continuo a esplorare questo mondo di cui mi sono follemente innamorato.

Sono profondamente grato per la vita che mi sono costruito.

È una vita speciale, ma attenzione: io non sono speciale.

Sono soltanto un ragazzo che davanti alla prospettiva di essere “giusto” ma infelice e omologato, ha preferito lasciare la comfort zone e cercare la propria strada sui sentieri alternativi della vita.

Un sognatore che non ha mai smesso di crederci e ha dato tutto per costruirsi una vita da amare profondamente ogni giorno.

Una persona come tante, che però ha scelto di ribellarsi a schemi prefissati per poter attuare una grande rivoluzione personale.

Così ho trovato la mia libertà, e di conseguenza la felicità. E vi assicuro che così potete trovarla anche voi, chiunque voi siate.

La mia mission
Con il progetto Dalla parte dei Sogni sono uscito dalla mia confort zone. Girerò il mondo con il sistema del baratto cercando di incontrare donne e uomini che hanno fatto della libertà e della felicità i capisaldi delle loro vite e che con le loro storie possono ispirarci a fare delle nostre vite molto più di quanto avessimo mai pensato.

Ogni volta che scrivo un articolo, un libro o un post sui social network, il mio obiettivo è essere la persona che avrei voluto avere come punto di riferimento quando ero triste, confuso e volevo solo cambiare vita.

Cercavo qualcuno che mi dicesse che le alternative esistono. Qualcuno che mi facesse sentire meno solo, sbagliato e illuso nel voler provare a cambiare le cose. Nel sognare un futuro più felice del presente soffocante che vivevo.

Cercavo qualcuno che attraverso la sua esperienza mi facesse capire che ogni cambiamento è possibile, se lo vuoi con tutto te stesso. Sono questi i motivi per cui ho aperto questo blog e ho scritto il mio primo libro, “Dalla parte dei sogni”.

La mia mission è diffondere positività e speranza in un Paese dominato da pessimismo e cinismo, ma anche offrire consigli concreti per viaggiare, cambiare vita e migliorare la propria quotidianità. Non ho la presunzione di dire agli altri come vivere e come costruire una vita felice, perché la felicità ha una forma diversa per ognuno di noi.

Il mio obiettivo è stimolare le giuste domande e mostrare un punto di vista alternativo.

E per farlo ho dovuto iniziare prima da me stesso: ho dato una svolta alla mia vita e ho iniziato finalmente a stare dalla parte dei sogni.

Dove ho trovato il coraggio di stare dalla parte dei sogni?
Dentro di me, lo auguro anche a te.
Grazie.

Dalla parte dei Sogni

SEGUIMI SUI SOCIAL

FACEBOOK

ISTANGRAM

YOUTUBE


Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: